POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY POP-UP GALLERY
TwitterFacebookGoogle+LinkedInPinterestStumbleUpontumblrEmail

POP-UP GALLERY

I musei sono fermie eimmobili e attirano le persone interessate in arti, scienza e storia. Anche se sono sviluppati per una minoranza, Il loro significato pubblico generale e l’effetto sulla immagine di una cittá è immenso. La natura immobile di un museo e la rapport sproporzionato tra i visitaori e chi passa davanti per caso, portó a 2 questioni: è possibile attrarre per mezzo del design un numero maggiore di visitori nel museo e se questo design permettesse alle arti di essere rappresentate in modo appropriato.  Il mio obiettivo é stato concepite un museo attraente e funzionale.

Doveva attrarre la maggior pare della popolazione, particolarmente quella che non avrebbe visitato um museo senza uno stimolo ottico, e disporre di uno spazio convenevole per le esposizioni. Il mio risultato fu una galleria d’arte mobile non permanente, the “Pop Up Gallery”. PUG è un museo gonfibile che puó essere posizionato in posti affollati e risalta in modo sorprendente e incentivate. PUG mostra arti esclusivamente virtuali nel mostrare esposizioni digitali d’arte. PUG é una costruzione composta da diversi elementi gonfiabilie  facilmente posizionabili e si presenta da se stessa a un visitatore di passaggio. Una cafeteria é inclusa nel GUP e invita I visitatori a immergersi nell’arte a´caratteristica. La caffetteria dovrebbe essere percepita in quanto elemento simbiotico della galleria di esposizione. Una pellicola pneumatic, semitrasparente, forma lo scheletro della struttura che si sviluppa su 80m². Dei diodi emottono luce organica che proietta l’arte nello showroom. Questa tecnologia permette di cambiare le esposizioni rappresentate in continuazione.